Log in
updated 2:36 AM CEST, Aug 14, 2019

12.01.19 La "famiglia" del biathlon italiano ricorda Hannes Breitenberger - Prima giornata di Alpen Cup in Val Ridanna

Dalla Coppa del Mondo alla "sua" Coppa Italia, forte è la commozione ed il ricordo del giovane biathleta della Val d'Ultimo Hannes Breitenberger, classe 2000, scomparso prematuramente durante la settimana e i cui funerali si sono svolti proprio oggi a St. Pancrazio. Tanti i segni di lutto soprattutto da parte dei compagni del Comitato Alto Adige e dello Sci Club Gardena e anche numerose le assenze, soprattutto al femminile per questioni di orario delle gare, per poter partecipare alla cerimonia. Noi lo vogliamo ricordare sulle nevi, in azione durante la Coppa Italia Fiocchi della scorsa stagione dedicandogli la foto di copertina. Ciao Hannes!

Venendo alle competizioni di oggi, si è conclusa la prima giornata di gare in Val Ridanna, dove sono state disputate le individuali valide per la quarta tappa di Coppa Italia Fiocchi di biathlon (e per l'Alpen Cup). Nella categoria senior a vincere è stato Paolo Rodigari, portacolori dell'Esercito classe 1996, che ha chiuso i 20 km in un'ora e 58 secondi, sbagliando solo un colpo nella prima serie e trovando lo zero nelle tre successive. Dietro di lui quattro atleti stranieri (col tedesco Johannes Donhauser e l'austriaco Bernhard Leitinger secondo e terzo). Nicola Romanin e Luca Ghiglione, rispettivamente sesto e decimo in assoluto, sono saliti sul virtuale podio italiano. Assente Pietro Dutto, impegnato in Ibu Cup, dove ha partecipato alla sprint in Polonia: Nicola Romanin ne ha approfittato per balzare in testa alla classifica.

La prova junior di 15 km è andata invece allo svizzero Sebastian Stadler, il primo degli azzurri è stato Kevin Gontel davanti a Daniele Fauner, leader della classifica generale di Coppa Italia, e a Simon Leitgeb. Tra gli Under 19, che hanno percorso 12,5 km, si è imposto il tedesco Hans Köllner, terzo assoluto e migliore degli italiani Didier Bionaz, che stavolta ha battuto Tommaso Giacomel. Nella categoria Under 17, infine, altra vittoria tedesca, quella di Benjamin Menz, per gli azzurri il numero uno è stato Nicolò Betemps. Fabio Piller Cottrer, arrivato al traguardo prima di Federico Emilio Leone, balza in testa alla graduatoria.

Nel pomeriggio hanno avuto invece luogo le gare al femminile. Nella categoria Junior vittoria per l'alpina di Champorcher Samuela Comola con un solo errore al poligono davanti alla friulana Nicole Del Fabbro (Fornese) e alla valtellinese Francesca Viviani che mantiene la leadership in Coppa Italia. Doppietta del C.S. Carabinieri nella categoria Giovani grazie ad Hannah Auchentaller e Rebecca Passler. Completa il podio l'alpina di Brusson Beatrice Trabucchi. Infine Linda Zingerle (Anterselva) vince tra le aspiranti su Martina Trabucchi (Brusson) e la padrona di casa della Val Ridanna, Eva Brunner.

Ultima modifica ilMartedì, 15 Gennaio 2019 20:00