Log in
updated 7:06 PM CET, Nov 21, 2019

08-08-2019 LUCIA SCARDONI È ARGENTO IN LETTONIA - MONDIALI DI SKIROLL

  • Pubblicato in News

SPECIALE CAMPIONATI MONDIALI DI SKIROLL - LUCIA SCARDONI È D'ARGENTO

Foto e testi Flavio Becchis

È stata una bellissima opportunità partecipare ai mondiali, commenta Lucia Scardoni nel dopogara sapevo di stare bene, ma finché non ti metti il pettorale addosso e ti confronti con le altre atlete non sai mai bene com'è la forma. Il livello era alto, la vincitrice è un'atleta che ha corso tutta la stagione con ottimi risultati in Coppa del Mondo, quindi vedermi dietro di lei sicuramente mi da morale e più sicurezza per la stagione invernale. Poi è vero che ancora possono cambiare molto le cose, però sicuramente mi sta facendo capire che il lavoro fatto fino ad ora con la squadra assieme al nostro allenatore Simone Paredi sta dando i suoi frutti e spero di continuare così e migliorarmi sempre. Poi un ringraziamento alla squadra di skiroll che mi accolto nella loro "famiglia".

 

Si sono aperti i X Campionati Mondiali di skiroll FIS, per la prima volta approdano in Lettonia. Clima con temperature primaverili e con la pioggia che inizia a cadere quando la categoria junior maschi giunge a metà gara. Quando tocca ai senior la pioggia è sempre più insistente e fitta.

Come era facilmente pronosticabile la Russia ha vinto ben tre categorie grazie a Natalia Nepryaeva ed Alexander Bolshunov e la junior Anastasiya Faleeva, mentre la Svezia ha vinto nella categoria junior maschi con Johan Ekberg.

La prima medaglia è arrivata in casa Italia grazie ad una brillante Lucia Scardoni che è partita molto determinata e con un buon ritmo che le ha permesso di vincere davanti alla leader di Coppa del Mondo Linn Soemskar.

Nella foto sopra la vincitrice Natalia Nepryaeva.

 

Nella categoria senior maschile ha vinto il grande favorito della vigilia il russo Alexander Boshunov che ha sempre attaccato fin dai primi metri di gara. Ha raggiunto tutti e due i compagni di squadra, prima Alexey Chervotkin e poi Ilia Poroshkin. All'arrivo i tre russi erano sul podio, ma la giuria prima della flower ceremony ha squalificato Alexey Chervotkin giunto in 2a posizione per irregolarità nell'utilizzo della tecnica classica.

Ottima prova di Matteo Tanel, ottavo per circa metà gara, ha saputo stringere i denti ed agguantare un'ottima 5a piazza a 2:22.5 dal leader di categoria.

Medaglia d'oro che va al nuovo leader della squadra russa Alexander Boshunov, argento sempre alla Russia con Ilia Poroshkin e bronzo alla Svezia con l'ottima prova di Victor Gustafsson.

12° Michael Galassi a 3:22.8, mentre Luca Curti si è dovuto ritirare a causa di una caduta senza gravi conseguenze.

Negli junior maschi ha vinto lo svedese Johan Ekberg che ha percorso i 20 km nel tempo di 45:50.1, 2° Alexander Grigoriev (RUS) staccato di 1:03.3 e 3° Ola Spigseth (NOR) a 1:29.6.

Buona prova per i due italiani in gara, Riccardo Masiero è giunto 8° a 2:36.5 e Andrea Gartner 10° a 2:48.8.

La giornata si è aperta con la prova junior femminile che ha visto un netto predominio della squadra russa che ha monopolizzato il podio. La vittoria è andata a Anastasiya Faleeva che ha impiegato 24:43.1 a percorrere i 10 km, 2a Kristina Kuskova a 54.2 e 3a Arina Bylinko a 1:22.4, già vincitrice lo scorso anno nella prova individuale di Khanty Mansijsk.

Le sorelle Alba e Laura Mortagna sono giunte rispettivamente 12a e 13a.

Esordio positivo per l'Italia che rompe subito il ghiaccio con la medaglia d'argento di Lucia Scardoni, domani tocca agli sprinter con la prova in centro città.