Log in
updated 12:00 AM CEST, Apr 22, 2018

I risultati dei Campionati italiani staffetta giovani - Coppa Italia Rode

ALLA VALLE D’AOSTA E AL FRIULI I CAMPIONATI ITALIANI DI STAFFETTA GIOVANI – COPPA ITALIA RODE

 

Al femminile vince la Valle d’Aosta con Jeantet-Glarey-Cassol mentre al maschile il Friuli con la super squadra: Coradazzi-Del Fabbro-Sclisizzo-Graz

La piccola Valle d’Aosta è la vincitrice della staffetta femminile del Campionato italiano giovani di Dobbiaco. Jeantet in prima frazione ha fatto vedere il suo valore in tecnica classica e al cambio aveva già un vantaggio di 13” sul Friuli che al lancio schierava Martina Di Centa. Al terzo posto l’Alto Adige cambiava con un ritardo di 38”, 4a Chiara Becchis per il comitato Alpi Occidentali a 46” e 5a Gloria Vinante per il Trentino. Al secondo cambio Noemy Glarey, schierata in seconda frazione, riusciva ad incrementare ulteriormente il vantaggio e lo portava a 34” sulla friulana Rebecca Bergagnin, intanto Martina Bellini riusciva a recuperare importanti posizioni e riusciva a cambiare in terza posizione con un distacco di 53” dalla testa. Arrivo trionfale per Federica Cassol, che veniva accolta dalle compagne di squadra Jeantet e Glarey in un caloroso abbraccio. Al 2° posto Cristina Pittin recuperare lo svantaggio sulla battistrada ma non sufficientemente per raggiungerla. Al 3° posto ottimo recupero in ultima frazione di Chiara De Zolt Ponte che portava il Veneto sul terzo gradino del podio.

Al maschile monologo per il Friuli che schierava i tre migliori junior della squadra nazionale giovani. In prima frazione Martin Coradazzi è riuscito, dopo 7,5 km, a lanciare il compagno Luca Del Fabbro con un margine di 21” sulla squadra valdostana che in prima frazione schierava Michele Peccoz. Al terzo posto cambiava la squadra dell’Alto Adige distanziata di 24”. Luca Del Fabbro si è confermato in gran forma, dopo i successi del passato weekend in Coppa Europa e dopo 5 km il vantaggio sui valdostani arrivava ad un minuto. Negli ultimi 2,5 km riusciva ancora ad incrementare leggermente il vantaggio e lo portava a 1’09” sui fratelli Chanoine schierati in seconda e terza frazione per i valdostani. Il Trentino grazie al recupero di Stefano Dellagiacoma riusciva a cambiare il terza posizione a 1’19” dal Friuli. Buona prova in terza frazione per Luca Sclisizzo che lanciava Davide Graz ultimo staffettista, il margine di vantaggio si era ridotto a 36” sui valdostani che in ultima frazione schievano Alessandro Longo, mentre il Trentino riusciva a rosicchiare qualcosa dal Friuli e cambiava con un ritardo di 1’03. Assolo di Davide Graz che controllava agevolmente la Valle d’Aosta e tagliava il traguardo con la bandiera friulana. Secondo un ottimo Alessandro Longo (Asiva) a 1’10” e 3° il Trentino a 2’07”.